Avviso ai consumatori-Ministero della Salute: presenza di Steroidi negli integratori Falcon Labs!

integratori_falcon_Labs_steoridi

 Info specifiche su prodotto
Data richiamo: 16/09/2017
Denominazione di vendita: integratore alimentare 
Marchio del prodotto: Falcon LabsI prodotti richiamati per la presenza di sostanze NON AUTORIZZATE sono denominati:

  • Superclen 60 capsule, lotto 77142 (scadenza agosto 2018) ->contenente lo stimolante 1,3-dimetilamilammina (1,3-DMAA).
  • Oxyburnpro 60 capsule (non è riportato lotto e scadenza)->contenente lo stimolante 1,3-DMAA.
  • Superdrive 60 capsule (non è riportato lotto e scadenza)->contenente lo steroide metasterone.

Motivo del Richiamo: Presenza di steroidi e sostanze stimolanti
Popolazione interessata: Tutti gli acquirenti

 Gestione prodotto da parte del consumatore
 A scopo precauzionale e al fine di garantire la sicurezza dei consumatori si raccomanda a coloro che hanno acquistato i suddetti prodotti di NON CONSUMARLI!!!

ATTENZIONE: la commercializzazione dei prodotti in questione avviene anche online!!!

 
Di seguito il messaggio riportato sul sito ufficiale del Ministero della Salute:

Attraverso il sistema di allerta RASFF è stato segnalato, con la notifica 2018.0607 attivata dall’Irlanda,  il richiamo dei prodotti a marchio Falcon Labs per la presenza di steroidi. Nel sito dell’Autorità sanitaria irlandese (FSAI) è dichiarato che l’origine degli integratori alimentari, nonché la tracciabilità, è sconosciuta.

I prodotti coinvolti sono denominati:

  1. SUPERCLEN 60 capsule lotto 77142 con scadenza agosto 2018
  2. OXYBURNPRO 60 capsule (non è riportato lotto e scadenza)
  3. SUPERDRIVE 60 capsule (non è riportato lotto e scadenza)

Tali prodotti sono stati venduti anche on-line e pertanto, si invitano i consumatori in caso li avessero acquistati di non consumarli. Il Ministero della Salute, in seguito all’allerta, ha comunque richiesto ulteriori informazioni circa l’eventuale vendita in Italia.”


 Per visualizzare l’avviso ai consumatori pubblicato sul sito del Ministero della Salute clicca qui
Per visualizzare il richiamo ufficiale pubblicato sul sito del RASFF clicca qui




Condividi su

Visualizza le allerte precedenti