Allerta in Europa per uova contaminate da Fipronil. Anche l’Italia è coinvolta ma il Ministero della Salute rassicura che non sono state distribuite al consumo in Italia!

Uova-allerta-fipronil

Nelle ultime settimane sono state ritirate dagli scaffali dei supermercati in Belgio, Olanda e Germania milioni di uova risultate contaminate dall’antiparassitario Fipronil


A seguito della comunicazione diramata dalla Commissione europea circa il coinvolgimento dell’Italia nella distribuzione delle uova o da derivati (ovoprodotti) contaminate da fipronil, il Ministero della Salute ha rilasciato in data 11/08/2017 un ulteriore comunicato che riporta quando segue:

“Dai riscontri incrociati, effettuati dal Ministero della Salute, tra le liste di aziende coinvolte e di quelle che hanno spedito prodotti in Italia negli ultimi tre mesi, al momento risulta solo, da una segnalazione delle autorità francesi, pervenuta in data 8 agosto attraverso il RASFF, che un’azienda di tale Paese ha acquistato uova da uno degli allevamenti olandesi interessati e le ha trasformate in ovoprodotti che ha poi venduto anche presso un’azienda italiana.

Su disposizione del Ministero, le autorità sanitarie locali hanno provveduto a porre sotto sequestro la partita, e quindi il prodotto non è stato posto in commercio. Pertanto, ad oggi, non risultano distribuiti al consumo uova o derivati (ovoprodotti) contaminate da fipronil sul territorio nazionale.

Il Ministero della salute, in ogni caso, continua a valutare con attenzione le informazioni relative alla circolazione dei lotti in Europa (anche in considerazione delle nuove segnalazioni sul sistema di allerta comunitario che provengono da Paesi prima non coinvolti), avvalendosi della stretta collaborazione delle autorità sanitarie regionali e dei Carabinieri Nas.

È stato altresì predisposto un piano di campionamenti su uova, ovoprodotti e carni di pollame per la ricerca di fipronil che verrà attuato in via cautelativa, anche in assenza di segnalazioni specifiche.”


Di seguito è riportato il precedente  comunicato stampa  comunicato rilasciato da parte del  Ministero della Salute in data 7 Agosto 2017:

“…la Direzione generale per l’Igiene e la Sicurezza degli alimenti del Ministero della Salute precisa che non risultano distribuzioni di uova contaminate con Fipronil in Italia.

Le indagini condotte attraverso il sistema di allerta europeo RASFF hanno evidenziato che si ipotizza un uso fraudolento del fipronil da parte di alcuni produttori dei Paesi Bassi.
In relazione a questa segnalazione il Ministero già in data 31/7/2017 ha informato gli Assessorati alla Sanità delle Regioni e Province Autonome della problematica chiedendo di effettuare le verifiche sul territorio. 
In data odierna è stato richiesto agli Assessorati ed al NAS di proseguire il monitoraggio e comunicare gli esiti delle verifiche e i risultati dei campionamenti su uova effettuati.”


Lo Sportello dei Diritti, da anni impegnato  in una costante e quotidiana informazione su allerte e richiami alimentari, in un articolo in merito alla vicenda riporta che:

“Il board olandese per la sicurezza alimentare NVWA ha chiuso 180 aziende agricole di pollame nei Paesi Bassi dopo che tracce di un pesticida vietato sono state trovate nelle uova. Da allora, qualche preoccupazione è emersa in Germania per le uova provenienti da Belgio e Paesi Bassi. Lo stato del Nord Reno – Westfalia ne ha ritirato così dalla vendita quasi 1 milione dopo aver scoperto, in un’azienda di imballaggio e di distribuzione, la presenza dell’insetticida in alcune uova. Anche il dipartimento dell’agricoltura della Bassa Sassonia ha trovato tracce di Fipronil nelle uova prodotte da diverse aziende e ordinato il richiamo immediato di 1,3 milioni di uova. Fipronil è usato come insetticida, in particolare per uccidere le pulci delle galline, ed è classificato come un “moderatamente pericoloso” da parte dell’Organizzazione mondiale della sanità. Secondo gli esperti, la contaminazione è stata provocata da un’azienda olandese, la Chickfriend, situata a Barneveld, che produce antiparassitari nel Gelderland e che ha utilizzato il pesticida per trattare i parassiti. Il Fipronil, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, è un pesticida che viene spesso utilizzato per il controllo delle termiti, esche scarafaggi e prodotti per il controllo delle pulci per gli animali domestici. Test di laboratorio hanno rivelato che gli animali che sono stati esposti a Fipronil soffrivano di comportamenti aggressivi e danni ai reni, e ha avuto un drastico cambiamento della funzione della ghiandola tiroidea. Secondo il Journal of Toxicology i cani che sono stati trattati con il Fipronil per uso topico hanno un rischio maggiore di sviluppare cancro alla vescica. Uno studio di cani domestici che sono stati trattati con trattamenti topici delle pulci una o due volte l’anno ha dimostrato che hanno avuto un incremento del 60 per cento del rischio di cancro alla vescica.( Journal of the American Veterinary Association). Teniamo a rassicurare che i prodotti in questione non sono commercializzati in altri Paesi né tantomeno in Italia.”


Per visualizzare il comunicato rilasciato dal Ministero della Salute in data 7/08/2017 clicca qui

Per visualizzare il comunicato rilasciato dal Ministero della Salute in data 11/08/2017 clicca qui

Per visualizzare l’articolo pubblicato dallo “Sportello dei Diritticlicca qui


 

Continue Reading

Ministero della Salute richiama lotti di salsicce e salamelle a marchio F.lli Rizzi: possibile presenza di sulfamidici

Salsiccie-Richiamo

 Info specifiche su prodotto
Data richiamo: 26/07/2017
Denominazione di vendita: SALAMELLE E SALSICCIA
Marchio: F.LLI RIZZI SRL
Lotto: 240517 e 250517
Data di scadenza: 30-05-2017  (qualcuno potrebbe essere ancora in possesso del prodotto congelato) 
Nome del produttore: F.LLI RIZZI SRL (TRITO ACQUISTATO DA MACELLO SASSI SPA – COLORNO PR )
Sede dello stabilimento: VIA CIURLINA, 105 GHISALBA (BG) 
Motivo del Richiamo: possibile presenza di antibiotici sulfamidici nella carne proveniente dal macello Sassi Spa.
Popolazione interessata: Tutti gli acquirenti che hanno congelato il prodotto subito dopo l’acquisto
 Gestione prodotto da parte del consumatore
A scopo precauzionale e al fine di garantire la sicurezza dei consumatori si raccomanda ai clienti  che hanno acquistato il prodotto con medesimo lotto di appartenenza e che hanno provveduto a congelarlo dopo l’acquisto, di non consumarlo 
 
Per visualizzare l’avviso di richiamo ufficiale pubblicato sul sito del Ministero della Salute clicca qui
Continue Reading

Penny Market richiama a scopo precauzionale un lotto di bottiglie di Acqua minerale naturale “Monteverde” per presenza di corpi estranei. Coinvolte Toscana, Liguria, Emilia Romagna!

ACQUA-MINERALE-NATURALE-MONTEVERDE-CORPI-ESTRANEI

ACQUA-MINERALE-NATURALE-MONTEVERDE-RICHIAMO

 Info specifiche su prodotto
Data richiamo:04/08/2017
Denominazione di vendita: Acqua minerale naturale Monteverde da 2 litri
Marchio: Fonte Monteverde
Lotto: LP 159
Termine minimo di conservazione (TMC): 08/06/2019
EAN: 8010421000543
Peso / volume confezione: Bottiglie da 2 litri
Produttore: Sorgente Orticaia srl
Sede dello stabilimento: via Foravilla e Collina Loc. Pracchia Pistoia
Motivo del Richiamo: Possibile presenza corpi estranei (pulviscolo, particelle di natura inorganica inerti)
Popolazione interessata: Tutti gli acquirenti 
 Gestione prodotto da parte del consumatore
Penny Market Italia, a scopo precauzionale e al fine di garantire la sicurezza dei suoi clienti, raccomanda ai clienti che hanno acquistato il prodotto con medesimo lotto di appartenenza, di non consumarlo  e di riportarlo al punto vendita  dove verrà rimborsato o sostituito.
 
Di seguito il messaggio riportato sul sito ufficiale di Penny Market Italia:

“Il prodotto è stato ritirato dai Punti Vendita nelle regioni Toscana, Liguria, Emilia Romagna”

 “Siamo spiacenti del disagio arrecato, legato a cause non dipendenti dalla nostra volontà”


 Per visualizzare l’avviso di richiamo pubblicato sul sito di Penny Market Italia clicca qui

Continue Reading

Simply richiama Salsiccia e Salame del salumificio “Geminiani” per possibile presenza di residui di farmaci veterinari

SALSICCIA-SECCA-GEMINIANI-RICHIAMO

SALAME_GEMINIANI-RICHIAMO

 Info specifiche su prodotto
Data richiamo: 02/08/2017
Denominazione di vendita:  SALSICCIA SECCA IL TORRIONE e SALAME SANTANGIOLESE 
Marchio: GEMINIANI
Lotto: LOTTO 238 prod. 30/05/2017  (SALSICCIA SECCA IL TORRIONE); LOTTO 236 prod. 29/05/2017 (SALAME SANTANGIOLESE )
Termine minimo di conservazione: SALSICCIA SECCA IL TORRIONE- 29/07/2017 SALAME SANTANGIOLESE – 28/11/2017
Peso / volume confezione: 100 g
Nome del Produttore: SALUMIFICIO GEMINIANI SAURO & FIGLI SRL
Sede dello stabilimento: SANT’ANGELO DI VALLEFOGLIA (PU)
Bollo di identificazione: CE IT 18 55 S
Motivo del Richiamo: Possibile presenza di residui di farmaci veterinari nella carne di suino utilizzata come materia prima
Popolazione interessata: Tutti gli acquirenti dei punti vendita DI SIMPLY MONTELABBATE (PU) SIMPLY SANT’ ANGELO (PU); SIMPLY PESARO PONCHIELLI (PU)
 Gestione prodotto da parte del consumatore
Simply, a scopo precauzionale e al fine di garantire la sicurezza dei suoi clienti, raccomanda a coloro che hanno acquistato il prodotto con medesimo lotto di appartenenza, di non consumarlo  e di riportarlo al punto vendita  dove verrà cambiato.


IL RICHIAMO RIGUARDA SOLO LA MERCE CONSEGNATA AI PUNTI DI VENDITA DI SIMPLY MONTELABBATE (PU) SIMPLY SANT’ ANGELO (PU); SIMPLY PESARO PONCHIELLI (PU)

 Contatti per ulteriori informazioni
 Chiamare il n°:  0721490593
 
Per visualizzare l’avviso di richiamo pubblicato sul sito di SIMPLY clicca qui
Continue Reading

Ministero della Salute richiama Salmone norvegese affumicato “Ahuleva” per presenza di Listeria monocytogenes

Salmone-affumicato-Ahuleva-richiamo

Salmone-affumicato-Ahuleva-listeria

 Info specifiche su prodotto
Data richiamo: 01/08/2017
Denominazione di vendita: Salmone affumicato pre-affettato norvegese – salmon noruego ahumados
Marchio: Ahuleva Ahumados & Salazones
Lotto: 0407713
Data di scadenza: 16/09/2017
Marchi di identificazione dello stabilimento/produttore: ES 12 05303/ V
Peso / volume confezione: buste da 100g e 200g e baffe preaffettate
Produttore: Norfish S.L.
Sede dello stabilimento: C/. FUSTERS, NR. POL.IND. MASIA DEL JUEZ 46900 Torrente (Valencia)
Motivo del Richiamo: presenza di Listeria monocytogenes 
Popolazione interessata: tutti gli acquirenti
 Gestione prodotto da parte del consumatore
A scopo precauzionale e al fine di garantire la sicurezza consumatori, si raccomanda a coloro che hanno acquistato il prodotto con medesimo lotto di appartenenza, di non consumarlo !!!
 
Per visualizzare l’avviso di richiamo ufficiale pubblicato sul sito del Ministero della Salute clicca qui
Continue Reading